MONZA FOR MEN

di Mari Lafayette
Daniel Ricciardo
Lewis Hamilton
Lance Stroll
Quattro Ruote
Ritratto di marilu

Cari amici, priva del mio laptop, posso recensire il weekend di F1 solo oggi, dallo schermino del mio aifon.  
Mai avrei potuto omettere di narrar tanta beanza, Monza è stata davvero uno spasso godurioso. 
A partire dal sabato surreale di prove surreali e servizi (RAI) davvero esilaranti. 
Sul podio delirante mettiamoci pure 
Arturio Merzario e la sua apparizione in stile Madonna di Migiugori (e come minchia si scrive?), Felipe Massa che gioca a balù col figlio ai box, e il mio beniamino Ricciardo nelle vesti di cameraman, sempre simpaticissimo. 
Ah le prove? Son crollata tra le braccia di Morfeo non so bene a che punto. Ricordo solo che le Mercedes hanno spaccato le gambe a tutti. 
Di norma prendo appunti con carta e penna e poi trasformo, ma sto giro la mia creatura di tre anni mi s'è assopita addosso, e quindi ecco il sunto della gara, così come me la son goduta, aifon in mano...
Starting grid ridicola. 
Gran partenza di Lewis. 
Le rosse arrancano. 
Verstappen sei uno sfigato. 
Gran bagarre yuhuhu!!
Stroll sei un bimbominkia. 
Vettel finalmente all'ottavo emerge dal letargo. 
Monza sempre gran circuito.
Paraculapo elegantissimo. 
Kimi stai sempre a frignare. 
Fisichella ai box: superfluo e paraculato pure te. Vai a far giù due righe con Lapo. 
Kimi sosta lunghissima al 16. 
Vai Ricciardo fai le finte e inculali tutti.
O Sarracino sbrocca al 20 e finisce sul ghiaino.
Kimi al 26 passa la Barbiecar di Ocon. Era ora!
Meccanici Redbull sempre velocissimi. 
Al 31 solo i primi 5 devono ancora boxare. 
Pit stop di Seb ottimo. 
Idem per Lewis. Meglio Bottas che boxa in 2.2. 
Niente da fare: quando c'è il circuito la F1 risorge, negli altri casi è comunque un prezioso rimedio per combattere l'insonnia. 
Tilke ha rovinato la F1 insieme a chi gli ha dato retta.
Vai Ricciardo!!!
Sbroffali tutti!
Cazzo che sorpasso!
Dai che mancan 10 giri!

Insomma grande Monza, sempre una cuccagna, circuito velocissimo dove i veri piloti hanno l'opportunità di mostrare il talento vero. Con estremo mio rammarico, Ricciardo non sale sul podio, ma per me la gara è sua, perchè ci ha fatto ricordare la F1 di una volta, quella delle sportellate e delle sverniciate, quella dei sorpassi senza paura, quella degli uomini, contro la F1 di oggi, questa dei giudici, delle telemetrie, degli aiutini e dei bimbiminkia. Eh va beh, concedetemi, anche sto giro, l'ennesima invettiva contro il Circus. E prometto che non sarà l'ultimo!

Commenta