canet silverstone

SILVERSTONE > LA TRE

di Deya Alverman
Juanfran Guevara
Romano Fenati
Joan Mir
Aron Canet
Bo Bendsneyder
Tutti gli eventuali errori di ortografia sono fatt iapposta
Due Ruote
Ritratto di deya

Comunicazione di Servizio: Questo articolo è stato scritto una volta ottenute informazioni confortanti in merito alle condizioni di salute di Juanfran Guevara. 

Veniamo alla gara: il coglione è Guevara

Veniamo alla gara. La classifica la leggete nella foto, per me una gara del genere era da annullare, non dare punti a nessuno, recuperarla o chennesò dare stesso punteggio politico a tutti i piloti. Ovviamente a Guevara dovrebbe essere ritirata la patente da pilota. 

Griglia di partenza, Fenati fa il bullo, decreta lui e Mir come gli unici che possono doppiare tutti. Semaforo verde, Fenati prende la testa della corsa impedendo a chiunque di stargli davanti, ce la fa per due giri con Mir nel culo, le loro velleità di gara solitaria vengono fatte a pezzi dal protagonista assoluto della giornata Juan Fran Guevara, che assieme al compare Rodrigo entra ad ogni curva con lo stile del Bowling e menomale che Romano passa all'esterno come se fosse la cosa più facile del mondo. I due che si giocano il mondiale si ritrovano così in una gara di gruppo con i soliti outsider che giocano a chi entra meglio a gamba tesa. Tempo addietro avevo parlato di Rodrigo e Guevara come due che stavano imparando ad andare a manetta ma oggi uno dei due ha pisciato fuori dalla tazza. Guevara esce due volte di pista, rientrando a cannone passando sui cordoli incurante della sua vita e sopratutto di quella degli altri, che se lo zoccolo fosse un pelo più alto in due occasioni rischi di stenderne almeno quattro. Niente non la capisce e all'ultimo giro prende la tangente tentando il suicidio e portandosi dietro il povero Bendsneyder fortunatamente illeso. Guevara immobile a terra, Bandiera Rossa gara finita, no distrutta. Sedici giri totalmente vanificati per tutti quelli che si son fatti il culo per giocarsi la vittoria. Non riesco nemmeno a capire che senso abbia dare dei punti al giro precedente all'ultimo. L'ultimo giro non è un giro normale, ogni pilota prepara tutto al penultimo giro, mai classifica fu più ridicola o falsata... provate a indovinare chi va sul podio ad esultare oggi? Quella zecca di Canet... incredibile non ho più parola il culo che ha questo qua è una cosa fuori statistica. Tre vittorie una più immeritata dell'altra. Che poi non ho capito nemmeno il senso del podio e i festeggiamenti dei piloti. Nessuno sapeva ancora le condizioni di Guevara e in ogni caso festeggiare un podio così è proprio da sfigati. Alla prossima.
 

Commenta